Indietro

Homepage

- Renata di Francia -             

Ercole II d’Este

Ferrara 4 aprile 1508 – Ferrara 3 ottobre 1559

Il bel figlio di Lucrezia Borgia, “dalla persona distinta ed aitante e dai lineamenti signorili” dovette subito esercitare un fascino particolare su Renata (3).

Figlio di Alfonso I d’Este, era militarmente preparato, eccelleva nel maneggio delle armi e nella guida dei cavalli. La sua cultura era di ottimo livello: Ercole era infatti buon conoscitore delle arti, soprattutto della musica e attento raccoglitore di antichità; educato nelle umane lettere, sapeva produrre eleganti versi latini e a soli 14 anni recitò davanti al papa Adriano VI una perorazione in lingua latina in favore del padre Alfonso I, con tanto spirito da sorprendere il papa stesso. Era protettore dell’Università, provveditore di opere pubbliche e progettista di opere idrauliche (3).

Per lui il padre Alfonso aveva già considerato il matrimonio con Margherita d’Austria, figlia dell’imperatore, di cui gli Estensi erano feudatari a Modena e Reggio, per assicurarsene  l’investitura, o con Caterina dei Medici, per ingraziarsi il papa mediceo, giuridicamente padrone di Ferrara, quindi optò per l’unione con Renata di Francia, cognata del re Francesco I, garantendosene l’appoggio (3).

Girolamo da Carpi, Ercole II d’Este.                      Modena, Galleria Estense.