Indietro

Homepage

- Lavoro e sviluppo -

Storia del Cavo Spina

 

 

Il 30 agosto 1813, con decreto napoleonico, fu istituita la “Cassa di colmata dell’Idice e del Quaderna” con lo scopo di innalzare il piano medio di campagna nelle zone paludose di Argenta e Marmorta e permettere, a bonifica ultimata, una pendenza di scolo sufficiente al drenaggio delle acque del territorio.

Con le inalveazioni del Reno-Primaro e dei suoi affluenti appenninici con la creazione dei vari drizzagni (Argenta e Filo), fu realizzato nei pressi di Consandolo il Cavo Spino (1824), determinando la forma definitiva, anche se instabile, dell'assetto idraulico del Reno-Primaro, il quale sarà chiamato semplicemente Reno.

Ai primi del ’900, dopo quasi un secolo, i sedimenti dei fiumi Idice e Quaderna erano serviti ad ottenere l’effetto voluto solo parzialmente. Il raggiungimento del totale colmamento del territorio avrebbe richiesto un tempo eccessivamente lungo, mentre il mondo agricolo premeva per avere maggiori prospettive in questo territorio.

Per risolvere definitivamente il problema nel 1909 fu istituito il Consorzio di Bonifica Renana e il 13 giugno del 1925 il re Vittorio Emanuele III inaugurò il completamento degli impianti dell’idrovora Saiarino nei pressi di Argenta.

Nel 1937, fu incorporato nella bonifica il territorio del Consorzio Cavo Spina con una superficie tra il Reno e il  Primaro di circa 1200 ettari.

Con la bonifica sono sorti numerosi fondi agricoli; di seguito un elenco tratto dalla carta EGM del 1950 circa:

 

Ca’ Bianca Ca’ Sinibalda
Ca’ Colombo Ca’ Bosco Vertone
Ca’ Rotonda Ca’ Fornace 
Ca’ Bosco Vecchio Ca’ Nova
Ca’ Bosco Nuovo Ca’ Alta
Ca’ Bosco Padr. Ca’ Vecchia
Fondo Caseificio Ca’ Bosco Recchi
Fondo Belluria Fondo Moderno
Fondo Morgone Fondo Bonora
S.Salvatore  Picc.la Cornacapra 
La Campanina S. Francesco
C.na Colombo S. Cristina
S. Umberto L’Essicatoio
Cas. Della Vigna La Sinibalda
S. Teresa  C.na Belluria
Bosco Volpe Il Trombone

 

[ mappa Pdf ]

 

Veduta aerea attuale dell’area Molinella - Consandolo - Argenta: in rosso il perimetro della valle di Marmorta  

 [ mappa Pdf ]