Indietro

Homepage

- La Delizia ritrovata -

I resti della Delizia

 

 

È ancora sconosciuto il momento della scomparsa della Delizia estense di Consandolo.

Presso l’archivio storico comunale di Argenta esiste un aggiornamento del catasto Gregoriano con mappe risalenti a circa il 1870.

La datazione è così presunta, in quanto sono ancora mancanti l’edificio delle scuole elementari, costruito dietro la chiesa a seguito della legge Coppino del 1878, e l’attuale cimitero i cui primi contratti risalgono al 1893. I brogliardi di Argenta, con particelle corrispondenti alla stessa mappatura catastale datano l’aggiornamento al 1866.

Ciò che si nota chiaramente dalla mappa del centro di Consandolo (fig. 13) è la mancanza, per la prima volta, del palazzo ducale; esiste ancora la particella di terreno sopra la quale era edificato, ma l’immobile è scomparso. La sua distruzione deve quindi essere collocata nel periodo tra il 1835 in cui è stato riportato nel catasto Gregoriano e il 1866.

Il giardino della Delizia, la castalderia e le scuderie sono invece ancora presenti e, all’apparenza, identiche a come erano state disegnate nel catasto Gregoriano.

 

Fig. 13: Archivio Storico Comunale di Argenta (1866)  - particolare della Delizia estense di Consandolo